1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina

PIANO COMUNALE DI EMERGENZA PROTEZIONE CIVILE


L'Amministrazione Comunale della CittÓ di Ascoli Piceno, nel rispetto della legislazione nazionale e regionale sulla Protezione Civile, col presente documento si dota del Piano Comunale di Emergenza di Protezione Civile (in seguito denominato Piano), redatto secondo le linee guida del Metodo "Augustus" elaborate dal Servizio Pianificazione ed AttivitÓ Addestrative del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e dalla Direzione Centrale della Protezione Civile e Servizi Logistici del Ministero dell'Interno. Il metodo "Augustus" si basa, non pi¨ sul censimento dei beni e servizi di Protezione Civile ma sul concetto della disponibilitÓ delle risorse. Per realizzare quest'obiettivo sono state introdotte le Funzioni di Supporto (14 a livello provinciale e 9 a livello comunale) che definiscono i responsabili incaricati di fornire con immediatezza il supporto ad autoritÓ ed enti coinvolti in "fase di emergenza" e di tenere vivo il piano attraverso esercitazioni e aggiornamenti in "tempo di pace". Con l'introduzione delle Funzioni di Supporto si raggiungono due obiettivi primari: a) conoscere la disponibilitÓ delle risorse fornite da tutte le amministrazioni sia pubbliche che private; b) l'aggiornamento dei dati contenuti nel Piano attraverso il loro costante monitoraggio. Il Piano predispone le attivitÓ coordinate e le procedure che bisogna adottare per fronteggiare un evento calamitoso atteso sul territorio, impiegando tutte le risorse disponibili con efficienza ed efficacia, per consentire il superamento dell'emergenza e il ritorno alla normale condizione di vita. Risulta quindi necessario che il Comune sia dotato di un Servizio di Protezione Civile che disponga di una Sala Operativa e, al verificarsi di eventi di eccezionale gravitÓ, tale Servizio deve rispondere con prontezza e coordinamento adeguato. La formazione e l'informazione degli operatori comunali diventa una condizione indispensabile per la buona riuscita di una operazione di Protezione Civile, cui segue l'addestramento e l'informazione degli operatori di volontariato e di tutta la popolazione. Il Piano Ŕ stato redatto attraverso l'analisi di alcuni fattori: - indagini conoscitive del territorio; - analisi e definizione dei rischi che insistono sul territorio; - valutazione delle risorse disponibili; - organizzazione della gestione operativa dell'emergenza. Si vuole fornire uno strumento capace di definire gli eventi calamitosi che potrebbero interessare il territorio comunale, prevedere gli scenari che potrebbero scaturirne, organizzare la risposta operativa ritenuta necessaria per ridurre al minimo gli effetti dell'evento, designare in anticipo le persone cui dovranno essere assegnate le diverse responsabilitÓ per una pronta e coordinata risposta. Il Sindaco del Comune di Ascoli Piceno, quale AutoritÓ di Protezione Civile a livello comunale, organizza la risposta di Protezione Civile sul proprio territorio operando in base a quanto previsto nel presente Piano servendosi principalmente della struttura comunale e, se necessario, del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile. 

 

 
 

Approvazione Piano Comunale di Emergenza Protezione Civile


 

Elaborati



 

Tavole


 
 

 

 

Microzonazione Sismica